La Valutazione nella scuola primaria

Entra in vigore dall’anno scolastico 2020/2021 l’Ordinanza ministeriale n. 172 (4/12/20) che introduce nella Scuola Primaria il giudizio descrittivo al posto dei voti numerici nella valutazione periodica e finale, per ciascuna delle discipline. Obiettivo di questo cambiamento è rendere la valutazione sempre più coerente con il percorso di apprendimento di ciascuno, assumendo una funzione formativa di accompagnamento dei processi di apprendimento e di stimolo al miglioramento continuo.

Questa pagina ha lo scopo di illustrare le caratteristiche di questa novità, mettendo a fuoco  le scelte educative didattiche del nostro Istituto.

 


Clicca qui  per accedere alla pagina  del Ministro della Pubblica Istruzione dove sono raccolte: l’Ordinanza, i documenti di accompagnamento, le attività di formazione e le FAQ 

 

Cosa fa il nostro Istituto?

  • Scelta degli obiettivi di apprendimento

In ottemperanza all’ O.M 172 del 04.12.2020, si è provveduto all’individuazione degli obiettivi di apprendimento, distinti per ogni singola disciplina, comprensivi anche dell’ Educazione Civica, IRC e AAIRC, completi di relativi descrittori di livello indicati dal Ministero:

AVANZATO 

INTERMEDIO

BASE

IN VIA DI PRIMA ACQUISIZIONE 

 

I livelli sono definiti sulla base di dimensioni che caratterizzano l’apprendimento e che permettono
di formulare un giudizio descrittivo. È possibile individuare, nella letteratura pedagogico-didattica e nel
confronto fra mondo della ricerca e mondo della scuola, quattro dimensioni:

 TIPOLOGIA DI SITUAZIONE        RISORSE        AUTONOMIA       CONTINUITA’

Visualizza i diversi ambiti:

         

                              clicca qui                                             clicca qui                                                            clicca qui

 

  • Scelte valutative

L’Istituto individua tre principali funzioni della valutazione nelle fasi del processo di apprendimento:

Valutazione diagnostica

ha la funzione di evidenziare il livello di     competenze, abilità e conoscenze già acquisite dall’alunno prima dell’inizio di un percorso di apprendimento (sett.-ott.)

Valutazione formativa

 

coadiuva il processo di apprendimento in itinere, fornendo informazioni sui livelli di apprendimento in modo da poter adattare gli interventi alle singole situazioni didattiche e attivare tempestivamente eventuali strategie correttive;

Valutazione sommativa

si svolge solitamente al termine di un trimestre, di un quadrimestre o di un anno scolastico  e fornisce, quindi, in un preciso momento temporale, una prova del raggiungimento dei traguardi previsti per quello step del percorso formativo

La scuola predispone prove orizzontali somministrate a tutti gli alunni di classi parallele delle seguenti tipologie:

PROVA DI ASCOLTO, COMPRENSIONE, INTERAZIONE

PROVASCRITTA/ grafica/ espressivo-artistica/

espressivo-musicale/

espressivo-motoria/

 

PROVA ORALE

PRODOTTO LABORATORIALE

OSSERVAZIONI SISTEMATICHE

  • Piano degli Esiti

La scuola ha redatto  il Piano degli Esiti, un documento dove sono riportati i criteri sovraesposti per la piena attuazione del processo di valutazione.  Il Piano individua:

  • tre principali funzioni della valutazione: diagnostica, formativa, sommativa
  • gli/le strumenti/prove per la rilevazione dei livelli di apprendimento
  • gli elementi del processo di valutazione e le operatività a cura del docente nell’utilizzo delle modalità di registrazione/documentazione nel registro elettronico
  • criteri di congruenza per l’applicazione del piano degli esiti e l’attuazione del processo di valutazione