“Assisi cuore del mondo-territorio culturale patrimonio Unesco dal 2000”

Print Friendly, PDF & Email

Bando per il progetto 2018-19 “Tecnologia e territorio: una sfida quotidiana che si prefigge di esaltare e valorizzare il patrimonio culturale e sociale di oggi, di ieri e di domani, garantendo ad ogni cittadino di mantenersi protagonista del suo tempo”

 

ASSISI CUORE DEL MONDO TERRITORIO CULTURALE PATRIMONIO UNESCO DAL 2000

La decisione del Parlamento Europeo di designare il 2018 Anno europeo del patrimonio culturaleevidenzia il ruolo del nostro patrimonio ereditato nell’ottica di una storia e di un’identità conosciute e condivise da tutte le comunità degli Stati Membri, assegnando al patrimonio culturale, colto nella sua molteplice e inesauribile varietà, un ruolo cruciale per il rilancio dell’Europa, e quindi anche dell’Italia. Per cultura s’intende l’ecosistema dei processi, dei beni e delle attività che promuovono la rappresentazione e la memoria storica e contemporanea delle comunità e le linee di ricerca delle scienze e delle arti.

Lo scenario del patrimonio culturale comprende i siti archeologici e architettonici, i paesaggi urbani e rurali e le città storiche, le tradizioni locali e le arti, i musei e i laboratori, le biblioteche e gli archivi.Il Patrimonio favorisce e sostiene la coesione e l’integrazione sociale promuovendo la riqualificazione di aree degradate, la promozione del senso di appartenenza alla comunità. Il Patrimonio è anche il motore che collega memoria e innovazione, identità e progettualità delle comunità e dei cittadini, e cresce arricchendosi del presente che si trasforma in passato e del futuro che diventa contemporaneo.

I viaggiatori percorrono la rete di strade della conoscenza e dell’identità comune. Attraverso questo itinerario vengono vissuti e salvaguardati il patrimonio tangibile e i contenuti e valori intangibili e immateriali con esso connessi. Nuovi viaggiatori disegnano e percorrono continuamente nuove reti di strade della conoscenza e dell’identità culturale comune, riscoprendo il patrimonio culturale attraverso itinerari in cui si emozionano contribuendo a co-crearlo e a condividerlo senza barriere all’accesso.

L’Anno europeo del patrimonio culturale è un’occasione per noi progettuale che vogliamo cogliere in materia di ridefinizione e riconoscimento delle Culture Digitali quali identità culturale della contemporaneità. Il progetto promuove la cultura digitale come fonte di conoscenza necessaria per i cittadini europei del presente e del futuro. Il progetto si concentra sulla creazioni di attività laboratoriali manuali e digitali, sulla co-creazione di un insieme di competenze ANALOGICHE E DIGITALI che abilitino ad assicurare la conservazione, sostenibilità, valorizzazione e promozione di un patrimonio, quello intorno a noi, garantendone l’identità e il trasferimento come memoria per le generazioni future.

La percezione di tutto ciò che ci circonda si configura come un processo conoscitivo complesso durante il quale il soggetto raccoglie e codifica informazioni su elementi diversi (rapporto figura sfondo, luminosità , colore, distanze, profondità di campo,….per pervenire alla costruzione di un tutto spaziale e unitario e strutturato. Lo spazio intorno a noi prima che elemento di analisi razionale della realtà, è un elemento emozionale di esistenza dell’essere (Nicolodi,1992)

L’immagine ambientale secondo Lynch (1960) sarebbe cioè il risultato di un interazione tra osservatore e ambiente: l’ambiente suggerisce distinzioni e relazioni, l’osservatore seleziona, organizza, attribuisce significati a ciò che vede.

La città è un complesso di simboli, stratificati nel corso della storia. questi simboli si esprimono tanto nelle strutture fisiche (strade piazze monumenti) quanto nei modi di vita, nelle cerimonie, nei rituali della vita urbana, quanto, ancora, nelle immagini e nei discorsi che parlano della città: si va dagli stereotipi con cui viene rappresentato il carattere degli abitanti nelle chiacchiere di tutti i giorni alle simbologie presenti nei gonfaloni e negli stemmi, dalle illustrazioni alle guide turistiche sino alle tecniche di marketing che gli esperti di comunicazione usano per promuovere un centro urbano agli occhi degli operatori economici internazionali. Ilprocesso di costruzione sociale di un patrimonio simbolico territoriale condiviso , la guida che noi utilizzeremo nello studio dell’intorno territoriale e di Assisi, la città che abbiamo scelto per il nostro progetto, si fonda e si sviluppa su vari elementi:

1 – Manufatti edilizi ed artistici: Basilica di San Francesco d’Assisi (divisa in parte inferiore e superiore), Basilica di Santa Chiara, Cattedrale di San Rufino, Chiesa di Santa Maria Maggiore, Chiesa di San Pietro, Chiesa Nuova, Oratorio dei pellegrini , Chiesa di san Damiano…

2- Altri tipi di manufatti: della tradizione gastronomicatecnologicaartisticaartigianato.

  1. – Tradizioni locali: nelle forme sia di festesagre, eventi sedimentati nella tradizione, il richiamo a padri fondatori, persone fisiche o collettive; Il Calendimaggio, il palio di San Rufino, La cavalcata di Satriano, Il festival internazionale per la pace, La Marcia per la Pace, La festa di San Francesco.

4– Grandi personaggi e soggetti localileader simbolici , in campo religioso, economico, noti personaggi dell’arte, dello spettacolo o dello sport.

5– Eventi storici.

Il progetto rivolto e ideato per i ragazzi/e delle classi seconde della scuola secondaria di primo gradoinizia così; e finisce con l’ideazione e la costruzione di un’e-book totalmente personalizzato interattivo e digitale, una sorta di guida non cartacea come supporto al visitatore ideale curioso e interessato alla città di Assisi. La creazione di un libro di un e- BOOK sarà il prodotto finale, ma Il lavoro dei ragazzi inizierà con lo studio del reale, dell’ intorno culturale a cui appartengono, del territorio in cui vivono. Hanno analizzato e riprodotto alcunirosoni particolari geometrici architettonici ricercati nella città di Assisi, delle opere dei più famosi pittori e scultori di diverse epoche presenti. Li hanno analizzati geometricamente, riprodotti reinterpretandoli anche con l’utilizzo di diverse tecniche pittoriche. L’attività infine dopo un’attenta ed approfondita analisi della città umbra, dopo una prima riproduzione e reinterpretazione analogica del territorio in cui essi stessi vivono, si è incentrata nella ricerca di video in YouTube o di pagine Web particolarmente interessanti che collegate e inserite come link hanno arricchito e completato l’elaborazione cartacea prodotta. Il progetto in assoluto è stata un’esperienza arricchente non solo per i nostri studenti ma anche per noi insegnanti, in cui il processo Analogico e digitale è stato portato avanti in completa sintonia, finalizzato allo sviluppo organizzato e coerente di un prodotto finale: un vero e proprio atto creativo e progettuale focalizzato alla realizzazione di una mappa interattiva animata digitale e di un e-book per la valorizzazione della città di Assisi come città contemporanea. Il progetto raccoglie tutti gli elaborati grafici prodotti dai ragazzi e scannerizzati, tutta la documentazione fotografica inedita prodotta precisa e attenta, esaustiva della città che i ragazzi hanno potuto scattare durante mesi di lavoro. Una sorta di mappa, un viaggio alla scoperta di un mondo, per particolari esploratori, ideatori e artisti, che con matite, colori, oggetti riciclati, stoffe, cartoncini, hanno analizzato, apprezzato e disegnato la loro città, frutto di una lettura attenta e vissuta del loro intorno, frutto e testimonianza del legame che li unisce con il loro spazio realmente vissuto.

I ragazzi in questo modo hanno imparato ad apprezzare le opere architettoniche e a leggere le opere d’arte con gli occhi della fantasia e della creatività. Disegnare, modellare, dare forma e colorare secondo la propria sensibilità significa “lasciare una traccia” di sé: come in passato gli artisti hanno impresso nelle loro opere, messaggi, suggestioni personali e immagini del loro tempo, così i nostri studenti hanno avuto l’occasione di esprimere le proprie e personali emozioni nell’unicità della loro opera e nella restituzione della loro personale visione digitale del mondo.

I laboratori creativi di entrambe le discipline, Arte e Tecnologia, modulati secondo alcuni dei temi più importanti hanno preso in considerazione ponti, rosoni, chiese, parchi, piazze e tanti luoghi di interesse storico artistico e antropologico culturale da rispettare e valorizzare per uno spazio da vivere insieme e dove scoprire e valorizzare la propria città è diventata progressivamente la parte più importante di tutte le attività di laboratorio proposte. I ragazzi delle classi seconde che hanno partecipato attivamente al progetto hanno individuato,inoltre, degli elementi modulari e geometrici nello spazio che li circonda e lavorando su questi hanno in Tecnologia creato delle Tassellazioni geometriche, idealizzando, interpretando e valorizzando con la propria personale suggestione il territorio vicino, unendo il disegno tecnico e scientifico con l’arte.

In Arte è stato contemporaneamente affrontato il tema della città e sogno di P.Klee , analizzato parallelamente allo studio di altri pittori, artisti e scultori . Ciò ha affascinato i ragazzi guidandoli nell’ elaborazione e creazione di tavole con l’applicazione anche di stoffe i cui i colori sono stati creati da pigmenti vegetali. Hanno rappresentato, analizzato, sviscerato in un modo del tutto inedito e nuovo, ricco di suggestioni, la città di Assisi , ciò gli ha consentito di utilizzare e applicare tecniche anche nuove pittoriche e non, proseguendo con la visione dell’artista/ artisti analizzati, lavorando sulla visione della città come dicotomia tra reale e idealizzato. “L’arte non deve rappresentare il visibile, ma rendere visibile l’invisibile”.

La realizzazione dell’ e-book e della mappa interattiva digitale ha coinvolto la città di Assisi e il suo territorio in un tour virtuale in cui il mondo digitale si fonde con il reale, in cui la città diventa smart e super tecnologica trasformando Assisi nella città del domani, mutando uno spazio urbano a 360°. Uno spazio che mette al centro i cittadini e i visitatori, offrendogli servizi sempre più all’avanguardia e personalizzati, che migliori la qualità della vita di chi vi abita e renda più emozionante la visita da parte di coloro che la vivono anche solo per poche ore.

I ragazzi hanno lavorato sul concetto di innovazione , per rendere e trasformare, ancora di più la città di Assisi, in una città straordinaria, ancora più bella , più vivibile e speciale. Hanno saputo sfruttare la loro creatività in azioni rispettose dell’intorno esistente, di progetto e valorizzazione dello spazio urbano, coniugando l’eredità antica (fatta di storia, cultura, spiritualità, bellezze artistiche e paesaggistiche) con le eccezionali opportunità date dalle nuove tecnologie unendo sinergicamente analogico e digitale. In questo modo, sfruttando il proprio tablet o smartphone, un cittadino o un turista avrà l’occasione in qualsiasi punto si trovi della città di Assisi di apprezzare le meraviglie esistenti descritte dai ragazzi, da video scaricati e anche autoprodotti, disegni, studi progettuali e artistici, audio, musiche.

Portando con se l’e-book e la mappa digitale realizzata dai ragazzi con Thinglink ogni turista si sentirà parte integrante della città e non avrà alcuna difficoltà nell’apprezzare il Patrimonio culturale che lo circonda, ascoltando leggendo e orientandosi all’interno di uno spazio comune di un territorio di valore. Nella mappa vi saranno spazi emozionali vissuti, spazi reali collegati tra loro in realtà virtuale, in cui i link del nostro lavoro manuale, creativo e digitale, rimanderanno immediatamente alla città. Con lo studio del reale, dell’ intorno culturale a cui appartengono, i ragazzi si sono fatti promotori culturali del proprio territorio, hanno ideato una soluzione progettuale in cui sono riusciti pienamente a dare un plus- valore alla loro città Assisi, al territorio in cui vivono, valorizzandolo.

Petrignano, 24/04/2019

PROF.SSA LISA BALDELLA e PROF.SSA MIRNA MARANI

 

Elaborato finale per la partecipazione al concorso

https://read.bookcreator.com/tGceV5gzJwWb0XVl9q0789hxiU92/f22o8BeQTfe77zagS9V_dA

 

Il bando

bando_progetto_2018-19

 

Scheda del progetto

ASSISI CUORE DEL MONDO – TERRITORIO CULTURALE PATRIMONIO UNESCO DAL 2000 CLASSI 2 BALDELLA MARANI